Assistente all’autonomia e alla comunicazione delle persone con disabilità

DENOMINAZIONE PROGETTO Assistente all’autonomia e alla comunicazione delle persone con disabilità
BREVE DESCRIZIONE PROGETTO L’assistente all’autonomia e comunicazione ha il compito di fornire assistenza di tipo socio-educativa diretta a tutte le tipologie di disabilità. L’Assistente facilita la comunicazione e le relazioni sociali, stimola lo sviluppo delle abilità nelle diverse dimensioni dell’autonomia di base dei disabili sia in un contesto sociale e relazionale sia in quello scolastico. Il corso prevede 600 ore totali di attività formative, di cui 240 di stage da svolgere presso strutture ospitanti adeguate.
ATTESTAZIONE IN ESITO Attestato di qualifica professionale” per “Assistente all’autonomia e alla comunicazione delle persone con disabilità”.
DURATA PRESUNTA DELLA SINGOLA EDIZIONE CONCORSUALE 6 mesi
PREZZO  € 1.300,00
DURATA (ORE) 600
DURATA STAGE (ORE) 240
DURATA AULA E LABORATORIO (ORE) 360
REQUISITI DI INGRESSO DEI PARTECIPANTI 1. Principali requisiti: a) Possesso di titoli di studio / qualifiche professionali attestanti il raggiungimento di un livello di apprendimento pari almeno ad EQF 4 acquisiti nell’ambito degli ordinamenti di istruzione (“Diploma di scuola secondaria di secondo grado”) o nella formazione professionale (ivi compreso il “Diploma professionale” acquisito in esito al quarto anno dei percorsi di Istruzione e Formazione Professionale – IeFP), fatto salvo quanto disposto alla voce “Gestione dei crediti formativi”. 2. Per quanto riguarda coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’estero occorre presentare una dichiarazione di valore o un documento equipollente/corrispondente che attesti il livello di scolarizzazione. 3. Per coloro i quali hanno conseguito titoli di studio negli Stati membri dell’Unione Europea, dello Spazio economico europeo e nella Confederazione Svizzera, al fine di semplificare il loro accesso alla formazione professionale all’interno dell’Unione europea, agevolando la libera circolazione delle persone, può essere richiesta la sola traduzione asseverata, da cui si evinca chiaramente il livello del titolo di studio. In caso contrario, il soggetto erogatore è tenuto a formulare apposita richiesta all’Ufficio regionale competente. 4. Per tutti i cittadini stranieri è, inoltre, indispensabile la conoscenza della lingua italiana, orale e scritta, al fine di partecipare attivamente al percorso formativo. Tale conoscenza deve essere verificata attraverso un test di ingresso. In alternativa, l’obbligo si può considerare assolto in caso di presentazione, da parte del cittadino, di certificazione riconosciuta a livello nazionale e internazionale. Sia per il test, sia per la certificazione, il livello minimo di uscita deve essere il B2, secondo gli standard definiti nel “Common European Framework of Reference for Languages – CEFR” (“Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue – QCER”) del Consiglio d’Europa. Tutta la documentazione va conservata agli atti da parte del soggetto erogatore. Tutti i requisiti devono essere posseduti e documentati dal corsista al soggetto erogatore entro l’inizio delle attività. Non è ammessa alcuna deroga.
CRITERI E MODALITÀ DI SELEZIONE DEI PARTECIPANTI La selezione consiste nella verifica del possesso dei requisiti di ingresso: a) Analisi documentazione attestante il livello di apprendimento EQF 4 b) (per coloro che hanno conseguito un titolo di studio all’estero) Analisi documentazione attestante il livello di scolarizzazione c) (per coloro che hanno conseguito un titolo di studio negli Stati membri dell’Unione Europea, dello Spazio economico europeo e nella Confederazione Svizzera) analisi della traduzione asseverata, da cui si evinca chiaramente il livello del titolo di studio. In caso contrario, verrà formulata apposita richiesta all’Ufficio regionale competente. d) (per i soli cittadini stranieri) Test di ingresso sulla conoscenza della lingua italiana, orale e scritta, a livello B2. In alternativa, analisi dei titoli di certificazione riconosciuta a livello nazionale e internazionale. Nel caso in cui le richieste superassero il numero dei posti disponibili varrà la data di iscrizione in ordine cronologico.
ATTREZZATURE STRUMENTI E MATERIALI DIDATTICI Le attività didattiche teoriche, le esercitazioni e le simulazioni pratiche ivi comprese quelle sulle KC competenze digitali verranno realizzate in un’aula attrezzata e in un’ aula multimediale, ambedue presso la sede accreditata dello Ial Basilicata. In questo modo è facilitata l’alternanza fra teoria e pratica prevista dal progetto (vedi note di progettazione delle UF). Per le esercitazioni pratiche verrà utilizzata una serie di strumenti adeguati a supportare le differenti disabilità: 1) PECS (Picture Exchange Communication System) per l’autismo; 2) ausili per la movimentazione ( fasce di movimentazione con maniglie, glideboard, sollevatori elettrici ed idraulici , cinture di contenimento, cunei divaricatori e adattatori in altezza); 3) materiali poveri e/o di riciclo per le manipolazioni negli atelier creativi; strumenti musicali, materiale per disegno ed altre attrezzature per gli atelier artistici. 4) Periferiche I/O AT – Assistive Technology su tutte le postazioni del laboratorio multimediale(tastiera con tasti molto larghi, tastiera braille, special mouse, scanner, sintetizzatori vocali, ect.); 5) Software AT – Assistive Technology e VOCAs (OCR, PredictiOnDemand, Touch screen, comunicatori a display dinamico, editor di griglie e tessere). Agli allievi verrà rilasciata una dispensa articolata sulle varie UF contenente anche test ed esercitazioni.