Corso di abilitazione alla conduzione di carrelli elevatori semoventi

DENOMINAZIONE PROGETTO Corso di abilitazione alla conduzione di carrelli elevatori semoventi
BREVE DESCRIZIONE PROGETTO Il corso ha l’obiettivo di formare all’utilizzo corretto di diverse tipologie di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo. Ha una durata di 16 ore, cui si aggiungono due verifiche, una intermedia e una finale. Nell’ambito del corso, di carattere teorico e pratico, verranno affrontati i temi della normativa di riferimento e delle caratteristiche tecnologiche dei carrelli. Verrà inoltre sviluppata l’abilità pratica nella conduzione e nella manutenzione, con particolare attenzione alla sicurezza. Al termine del corso verrà rilasciato un “Attestato di Abilitazione dei lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo – carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi – ai sensi dell’art. 73, co 5, D.Lgs.81/2008”
ATTESTAZIONE IN ESITO Attestato di “Frequenza Semplice”, valido ai fini dell’acquisizione dell’ “Abilitazione dei lavoratori addetti alla conduzione di carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo – carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi – ai sensi dell’art. 73, comma 5, D. Lgs. 81/2008.
DURATA PRESUNTA DELLA SINGOLA EDIZIONE CONCORSUALE 2 settimane
PREZZO  € 250,00
DURATA (ORE) 16
DURATA STAGE (ORE) 0
DURATA AULA E LABORATORIO (ORE) 16
REQUISITI DI INGRESSO DEI PARTECIPANTI 1. Principali requisiti: a) età non inferiore a 18 anni; b) lavoratori incaricati all’uso di attrezzature di cui al presente percorso. 2. Per tutti i cittadini stranieri è, inoltre, indispensabile la conoscenza della lingua italiana, orale e scritta, al fine di partecipare attivamente al percorso formativo. Tale conoscenza deve essere verificata attraverso un test di ingresso. In alternativa, l’obbligo si può considerare assolto in caso di presentazione, da parte del cittadino, di certificazione riconosciuta a livello nazionale e internazionale. Sia per il test, sia per la certificazione, il livello minimo di uscita deve essere il B1, secondo gli standard definiti nel “Common European Framework of Reference for Languages – CEFR (“Quadro Comune Europeo di Riferimento per le Lingue – QCER”) del Consiglio d’Europa. Tutta la documentazione va conservata agli atti da parte del soggetto erogatore. Tutti i requisiti devono essere posseduti e documentati dal corsista al soggetto erogatore entro l’inizio delle attività. Non è ammessa alcuna deroga.
CRITERI E MODALITÀ DI SELEZIONE DEI PARTECIPANTI La selezione consiste nella verifica del possesso dei requisiti di ingresso: a) Analisi documento di identità La prima UF del percorso (modulo giuridico – normativo di cui ai singoli allegati dell’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012) deve essere effettuata una sola volta a fronte di attrezzature simili. Essa è riconosciuta come credito formativo per i corsi di specifica abilitazione di altre attrezzature di lavoro simili. Pertanto, i partecipanti in possesso di un attestato rilasciato a seguito della frequenza di un precedente corso di formazione per attrezzature simili, previa consegna di copia dell’attestato stesso, potranno passare direttamente alla frequenza della seconda Unità Formativa (Modulo Tecnico). b) (per i soli cittadini stranieri) Test di ingresso sulla conoscenza della lingua italiana, orale e scritta, a livello B1. In alternativa, analisi dei titoli di certificazione riconosciuta a livello nazionale e internazionale. Tutti i requisiti dovranno essere posseduti e documentati dal corsista entro l’inizio delle attività formative (non è ammessa deroga alcuna). Nel caso in cui le richieste superassero il numero dei posti disponibili varrà la data di iscrizione in ordine cronologico.
ATTREZZATURE STRUMENTI E MATERIALI DIDATTICI Le lezioni teoriche verranno realizzate in un’aula disponibile presso la sede accreditata Ial Basilicata. I laboratori pratici e, in particolare, le prove di guida, verranno effettuati in un’area e mediante attrezzature corrispondenti ai requisiti previsti dall’allegato 1 dell’Accordo Stato Regioni del 22 febbraio 2012. Presso quest’area saranno disponibili carrelli elevatori semoventi con conducente a bordo – carrelli industriali semoventi, carrelli semoventi a braccio telescopico e carrelli/sollevatori/elevatori semoventi telescopici rotativi. Agli allievi verrà rilasciata una dispensa articolata sulle varie UF contenente anche test ed esercitazioni. Si provvederà ad assicurare i partecipanti per infortuni sul lavoro e malattie professionali, nonché per danni cagionati alle persone o cose durante la frequenza delle attività teoriche e pratiche di formazione.